La superstizione e il gioco d’azzardo

Giochi per – 86579

Sei superstizioso? Quasi tutti neghiamo di esserlo, ma a quanti capita di fare cose per evitare la sfortuna? Sopratutto se stiamo giocando una bella partita di poker, roulette o blackjack. Fa parte della tradizione che tutti i giocatori siano superstiziosi, naturalmente non tutti i superstiziosi sono giocatori. I giocatori credono che le superstizioni hanno un effetto forte sul suo gioco; a volte anche il solo menzionare una parola innocua nel momento sbagliato, viene considerato come un elemento di sfortuna. Non ci sono norme ne regole, ma chi gioca sa quello che deve fare.

Chiami dalla SVIZZERA?

I giocatori di tutto il mondo a volte addirittura condividono le stesse superstizioni e ogni paese ha il adatto insieme di credenze che definiscono avvenimento porta fortuna e cosa no. Le superstizioni in cui credono hanno un forte effetto su tali persone, a volte anche credenze che sembrano irrilevanti come dire una certa parola nel momento sbagliato. Alcune superstizioni sono in qualche modo comprensibili altre sembrano del tutto assurde.

Superstizione e scaramanzia al casinò: incrociamo le dita anzi no!

Immissione In questo articolo ci occuperemo di un argomento assurto agli onori della cronaca già da diverso tempo, vuoi perché si tratta di un dilemma relativamente nuovo per il nostro Borgo vuoi per l'alta rilevanza sociale affinché tale questione riveste, soprattutto nel bel mezzo di una fase di profonda depressione economica che spinge alla abbandono intere famiglie e che talvolta istiga le persone alla ricerca di nuove fonti di guadagno. Il problema è pertanto pressante ed in queste pagine avremo modo di compiere una carrellata a gradi analizzando i vari aspetti e le molteplici sfaccettature di attuale fenomeno. Il punto di partenza sarà costituito, necessariamente, dall'individuazione dell'oggetto di questa nostra indagine, delimitando il campo della nostra discussione e selezionando una progressione di elementi che meglio di estranei possono contribuire a descrivere adeguatamente l'argomento. In particolare, partiremo osservando la concepimento del fenomeno attraverso la definizione fornita dall'Agenzia dei Monopoli e delle Dogane e analizzando il contenuto delle relative norme in materia di Gioco Legale e Responsabile, con un accenno alla distinzione tra siti autorizzati e siti privi di licenza AAMS. Una acrobazia chiariti tali aspetti, avremo già un'idea più chiara delle caratteristiche della argomento e potremo addentrarci nel tema affinché probabilmente ci sta più a ardimento e contemporaneamente più di altri attira la curiosità del pubblico: vedremo, difatti, come il gioco d'azzardo possa trasformarsi, per molti soggetti, da un ameno hobby con cui trascorrere delle ore in piacevole serenità, in una vera e propria opprimente forma di infermitа assimilabile a situazioni di tossicodipendenza, devastando le persone sotto il piano personale, lavorativo, affettivo, psicologico, fisico e assistenziale. In questo modo avremo modo di ricostruire, raccogliendo anche le numerose testimonianze presenti in rete, una sorta di identikit del giocatore patologico supportando addirittura gli utenti che si potrebbero ammettere in tali ritratti e facilitandoli a compiere il primo passo verso un eventuale percorso di riabilitazione, anche se come avremo modo di notare una delle tante difficoltà che questo ambiguo male porta con sé è costituita dal fatto che chi ne è soggetto, raramente riesce a rendersi calcolo della gravità della situazione, tendendo alquanto a negare in modo netto e deciso. Proprio a tal riguardo, la nostra panoramica continuerà illustrando il attivitа svolto dalle ormai numerose comunità di recupero sorte in questi anni per ridare speranza a chi incappa in queste forme patologiche, ne descriveremo difatti le attività e le esperienze al fine di divulgare quanto più effettuabile la notevole opera meritoria che soggetti come Cestep, Giocatori Anonimi ed altre associazioni svolgono quotidianamente a contatto insieme gli ammalati. L'ultima sezione di questa ampia rassegna la dedicheremo infine ai mass media segnalando le pubblicazioni, i video e le trasmissioni dedicate a tale argomento, fornendo una larga essenziale di partenza a tutti quelli affinché volessero approfondire ulteriormente queste tematiche, riportando anche i pareri della comunità e le recensioni più significative sui numerosi testi pubblicati in questi anni. Non mancheranno inoltre dei riferimenti a particolari eventi di cronaca che hanno suscitato grande interesse del pubblico, come le inchieste realizzate da programmi di abbondante successo popolare come Le Iene.

Servizio di Cartomanzia

Negli anni abbiamo assistito alle scene più curiose e talvolta abbastanza comiche. Non manca poi chi ripete una determinata azione bere, mangiare, toccarsi la muso e via dicendo solo perché ritiene che sia all'origine di una direzione di gioco fortunata. Si dice affinché tra i comportamenti che favorirebbero la cattiva sorte e quindi da non attuare quando si gioca, di abituale figura un gesto che normalmente dovrebbe portare fortuna, cioè incrociare le dita. Analogamente, si dice che potrete scordarvi di vincere se mentre siete al tavolo vi mettete a fischiare oppure decidete di incrociare le braccia. Altre curiose forme di scaramanzia A astrarre dalla località, invece, è abbastanza diffusa la credenza che prestare del contante o giocare con denaro prestato porti male, quindi in entrambi i casi non fatelo mai e già affinché ci siete non contate mai le fiche e quindi non lasciate affinché altri lo facciano al posto vostro, se non avete smesso di baloccarsi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.*